Passeggiata notturna

Standard

Quattro e trenta. Di notte.
Lui si sveglia. Lui quello piccolo.
Noooooooo.
Dai, tra un po’ smette.
No, non smette. Aumenta…
Avrà fame? Tetta. Biberon.
Voglia di coccole? Abbracciati stretti sul divano.
risvegli notturni
Ho sonno!!! Dormi!!! Dormiiiii!!!
fascia portabebè2
Niente da fare. In questi casi l’unica certezza è il ricorso alla fascia portabebè, ti avvolgi stretto il bimbo addosso, cammini a passo spedito e nel giro di cinque minuti si addormenta (almeno per i miei bimbi, fortunatamente, è così).

Non è che a quell’ora hai proprio una gran voglia di passeggiare su e giù per il salotto, ma se l’alternativa è contenere gli stiramenti del forzuto a suon di lamento e passare un’ora a ricorrere a inefficaci stratagemmi…

Sbadigli, metti il bimbo in fascia, risbadigli e parti. Giusto un po’ alienata…

Vai verso il muro.
Torni indietro.
Vai verso il muro.
Torni indietro e vedi i cioccolatini.
Vai verso il muro.
Torni indietro e pensi che non ce la farai mai a dimagrire se continui a mangiar dolciumi.
Vai verso il muro.
Torni indietro e vedi i cioccolatini ma ti dici che non puoi mangiarli se no gli zuccheri ti svegliano troppo.
Vai verso il muro.
Torni indietro e malefici te stessa per aver fatto colazione al bar (=secondo cappuccino=è arrivata troppa caffeina nel latte?) per ripagarti di una piccola delusione.
Vai verso il muro.
Torni indietro e ti dici che però dovresti anche smettere di pensare, se no poi ci metti un’ora a riaddormentarti.
Vai verso il muro.
Torni indietro e ti viene in mente che potresti scrivere un post.
Vai verso il muro.
Torni indietro e ti chiedi se farai più fatica a riaddormentarti se scrivi il post o se non lo scrivi (vedi “Idee geniali…”).
Vai verso il muro.
Torni indietro e pensi che sarebbe bello che dopo qualcuno prendesse te in fascia per farti riaddormentare.
Vai verso il muro.
Torni indietro e ti chiedi cosa starà facendo in questo momento George Clooney.
Vai verso il muro.
Torni indietro e pensi che probabilmente in braccio a George Clooney faresti comunque fatica ad addormentarti.
Vai verso il muro.
Torni indietro e ti rendi conto che il pupo si è addormentato.
Vai verso il muro.
Torni indietro e pensi che probabilmente puoi smettere di fare avanti e indietro.
Vai verso il muro.
Torni indietro e pensi “che tenero il cucciolo, russa come il suo papà!” 🙂

Annunci

»

  1. sei troppo brava, mi fai troppo ridere! mo ti pubblico sulla mi9a pagina! e anche sul blog di persiceto in transizione…. non possiamo non averti!

  2. Pingback: Weekend al mare | Il lato comico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...