Posizioni

Standard

Io non ho problemi ad addormentarmi, mi basta trovare la giusta posizione.

La giusta posizione e’ su un fianco, ecco, cosi’, sul fianco sinistro.

Magari poi trovo la giusta angolatura delle gambe in modo che i muscoli, anziché subire la pressione del peso del corpo, ne traggano giovamento, in una sorta di massaggio benefico.
Per questo e’ importante anche regolare l’assetto per quanto riguarda la rotazione del corpo sul fianco, impostabile attraverso una sapiente piegatura della gamba destra, la quale deve vedere il proprio ginocchio appoggiarsi al materasso davanti alla gamba sinistra, accompagnato o meno dal relativo piede.
Quest’ultimo, in caso di assetto maggiormente centrato sul fianco, può posizionarsi dietro la gamba sinistra, mentre in caso di posizione maggiormente prona va senz’altro posto davanti alla gamba sinistra. Ecco, cosi’.

Manca giusto un’aggiustatina al braccio che si trova a sorreggere parzialmente il capo. Un giusta estensione della spalla sinistra fa sì che la trazione del muscolo doni benessere al resto del corpo. Ecco, cosi’.

Non ci vuole poi molto…
Accidenti, un piccolo prurito nella caviglia destra, forse ci arrivo con l’altro piede… ecco.

Cavoli, ma cosi’ mi sono sbilanciata tutta e il fianco sinistro mi duole un poco.

Recupero la giusta angolatura della gamba, se la distendo un pochino di più di prima ne guadagnerò senz’altro un beneficio per il gluteo destro.

Bene. Così ci siamo. Accidenti, pruritino alla scapola destra, uff. Grattatina. Sistematina spalla, scapola, fianco, piede, ginocchio. Oooh!

Ma cos’è… Il pigiama fa una piega proprio sotto il fianco sinistro, ma com’è possibile… forse è successo dopo la grattatina n. 2.

Mi puntello col piede, sollevo l’anca, tiro il tessuto, riabbasso, allungo una gamba, accorcio l’altra, allungo il braccio sotto il cuscino, piego un po’ di più, piego un po’ di meno, estendo il collo, tolgo un ciuffo di capelli dall’occhio, ruoto parzialmente il braccio destro, lo posiziono davanti al corpo – no, meglio sul fianco, un po’ più allungato – tolgo di nuovo il ciuffo ribelle dall’occhio, incastrandolo parzialmente sotto la testa, che così però si è mossa, quindi risistemo correttamente il cuscino ad offrire adeguato supporto esattamente sotto l’orecchio, spostando di poco il braccio sinistro il cui bicipite è andato lievemente in sofferenza. Ruoto lievemente la mano appoggiandola al cuscino del mio vicino di letto, affinché il polso non si affatichi, e con estrema soddisfazione riposiziono finalmente il braccio destro sopra il fianco, badando di estenderlo in maniera tale che la spalla si rilassi.

Buonanotte.

letto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...