L’orgia

Standard

“Ero lì, in un’orgia. Non c’avevo voglia…” cantava Giorgio Gaber.

Il problema non è sognare di trovarsi nel bel mezzo di un’orgia, l’inconscio si scatena e chissà cosa ci vuol dire. Certo è che per chi, come me, si ricorda gran parte dei sogni, non c’è da stupirsi più di niente.

Il problema non è non avere voglia, in fondo capita di trovarsi in mezzo ad una festa in cui non è che tutti gli invitati ti stanno simpatici, e allora devi trovare dei modi educati per evitare la compagnia di alcuni in favore di quella di altri.

Il problema è quando lavori in mezzo a tanti uomini…
Nell’orgia del tuo sogno non vai certo a metterci tuo marito, ma di sicuro ci devi mettere qualcuno che hai visto nelle ultime 24/48 ore, e allora, se non abiti in un condominio tanto grande, che fai? Nell’orgia ci metti qualche collega, niente di più facile.

Il problema è il giorno dopo, al lavoro, dissimulare il tutto. TU SAI. Loro no.
Faccia da Monna Lisa.

Annunci

»

  1. Non è uno dei pezzi di Gaber più conosciuti! Permettimi da “Gaberiano DOC”, sempre presente al Festival Gaber di Viareggio di farti i miei complimenti … il resto del post … spumeggiante, come al solito!
    Cirano

    • Grazie Cirano 🙂
      Gaber è uno dei miei preferiti e questa canzone mi è molto simpatica, anche se mai quanto “Lo shampoo”, sempre di quel periodo.
      Gaber è un mondo da esplorare… “La nave”… “Il dilemma”… “Dall’altra parte del cancello”… “L’elastico”…
      Basta, fermatemi!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...