Archivio mensile:giugno 2015

Con le unghie e coi denti

Standard

Sono settimane (mesi?) che io e lui non usciamo senza figli.

Prendi il ritmo, poi una sfiga, due sfighe etc, e tac! ritmo spezzato e più niente.

Puntiamo ad una cena particolare che viene organizzata random ogni tanto durante l’estate. Al momento ci sono solo due date: martedì e giovedì.
Proviamo a proporla a due nuovi amici.

Poi io mi ammalo. (E che…? Si ammalano tutti e io no?!?).
Però forse riesco a guarire in tempo, forse sì, forse no, boh.

I nostri amici hanno i figli dai nonni tutta la settimana e quindi hanno tutte le sere impegnate. Ma la nostra proposta è molto allettante, proveranno a liberarsi per martedì.

Sì, sì, riescono a liberarsi per martedì!

Dopo cena il messaggio uozzap “Allora? Che gli diciamo?”
E’ il papà dalla camera, che fa compagnia ai bambini che si stanno addormentando.
Io, dopo giorni di reclusione, sto ordinando la spesa online nell’altra stanza.
Il papà mi ricorda che dovremmo dare una conferma/smentita agli amici. Aggiunge “La babysitter numero due può…”

Incredibile, gli amici possono, la babysitter può, il papà è lanciatissimo… ma io non riesco a guarire per martedì 😦
E giovedì avremo un compleanno fino all’ora di cena quindi controindicazione causa bimbi cotti, e poi gli amici non possono.
Tristezza.

Finisco di mettere nel carrello le mozzarelle e uozzappo all’amica l’infausta situazione. Poi uozzappo a lui che ho uozzappato a lei.

Lei mi risponde che senza noi non andranno. Una carezza nel cuore mi dice “riprovaci”, ma non voglio alimentare (in me) false speranze.
Lui dalla camera rilancia per giovedì. (Tenace!)
Mi dice anche “Sento se la baby sitter numero due può anche giovedì”
(Seee figurati….)
Metto nel carrello le uova e uozzappo all’amica, lei risponde che sente il marito. (Chissa se via uozzapp o a voce?).

Attendo, metto nel carrello la carta igienica, arriva uozzapp dalla camera… la babysitter potrebbe! (Ma com’è che quando le chiama lui possono al primo colpo?!?!?)
Rimango in attesa del responso amichesco e approfitto per mettere nel carrello le fette biscottate.

Ecco, lei mi uozzappa che possono.

UUUAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHH

Fanculo le malattie! Fanculo le cottura post festa! Fanculo tutti!

Bene, i bimbi faranno i capricci per andare a dormire e lo faranno con la baby sitter e molto probabilmente la baby sitter sopravviverà e noi saremo andati a quella cena!

Ce-la-possiamo-fare!

si può fare

Annunci

Dialogo intergenerazionale

Standard

“Tesoro, perché gli hai dato una spinta?”
“…Cioè … perché lui mi ha dato una botta.”

Lei ha quasi 6 anni. Non quasi 16, quasi 6.

“Mamma!?”
“Sì?”
“Ho il pisello duro.”

Lui ha quasi 3 anni. Non quasi 13, quasi 3.

Sto sbagliando qualcosa?

Sto – sbagliando – qualcosa.

un sacco bello