Archivi tag: cinema

Cinematografia svedese

Standard

Si narra che il grande regista svedese Ingmar Bergman abbia concepito uno dei suo film più famosi una domenica mattina all’Ikea, cercando gli attrezzi per stringere le viti della sua nuova cassettiera Malm.

Il titolo scelto fu “Il posto delle brugole“.

il posto delle fragole

Annunci

Cinque giorni

Standard

È giunto il momento di confessarlo.

Ho i figli in vacanza.
Lasciati al mare coi nonni domenica. 🙂

Questi miei ultimi cinque giorni, oltre al lavoro, hanno visto shopping, parrucchiere, un massaggio drenante, una nuova sarta, hanno visto una commedia al cinema, un vecchio thriller in chiavetta, un Bergman in dvd, una caprese sul divano, il pane coi semi, una cena deliziosa in cortile magnifico con coppia di amici senza figli, serata in due nella solita pizzeria, e poi prosciutto e melone, mozzarella e tanti surgelati.
Continua a leggere…

Cinema

Standard

Venerdì cinema.

Ho bisogno di un film che parli un po’ di me, di una protagonista femminile in cui identificarmi.

Ho cercato nella programmazione dei miei cinema preferiti, la scelta è tra un film che ha per protagonista una suora, uno che ha una ninfomane e un altro con una donna virtuale.

Che faccio? Cosa scelgo?

😯

Addio

Standard

Lei ha tre anni e mezzo, quasi quattro.

“Gualda mamma…”
Con aria triste, mi mostra la foderina luccicante della sua molletta per i capelli, uscita dalla sede e parzialmente strappata.
“Tesoro, si è rotta un pochino, ma se vuoi la mamma te la ripara”

Dopo un po’ torna.
“Digli addio…”
“Come?”
Apre la manina e mi mostra la stessa decorazione, stavolta strappata in quattro o cinque pezzettini (evidentemente quella molletta, ereditata, non la faceva impazzire).
“Ah, l’hai rotta tutta. Allora buttala via”
“Sì… digli addio!”
“Addio…”

La butta.

Poi mi guarda con l’espressione più seria, adulta e preoccupata che riesce a fare…
“… com’è potuto succedele…?!
oscar

007 Bersaglio mobile

Standard

Stasera su Rai Comico: “007 Bersaglio mobile”.
La storia di un bambino di 7 mesi e della sua mamma che cerca di imboccarlo.

Un intrigo avvincente, scene di aeroplani, astuti inganni orditi da donne prosperose di cui il giovane protagonista ama contornarsi.
Egli è un duro. Di una cosa siamo certi: se anche sa, lui… non parla.

intrigo internazionale

(Cary Grant in “Intrigo internazionale”)