Archivi tag: impedenziometro

Il corpo che cambia

Standard

Sulla scia dei buoni propositi settembrini ho deciso di mettermi a dieta.

Niente di grave, sono ai limiti del normopeso, però avrei della zavorra accumulata negli ultimi quindici anni ed è giunto il momento di perderla: ho finito di allattare, la gestione dei bimbi si regolarizza e tra pochi mesi compio quarant’anni.
Ora o mai più.

Voglio evitare di seguire una dieta da fame e poi smettere dopo una settimana, e anche di ritrovarmi con carenze, disturbi, disfunzioni. Soprattutto non posso permettermi di indebolirmi o stancarmi.
Decido dunque di fare sul serio e di rivolgermi ad una dietista.

E’ giovane e gnocca. Il primo aspetto mi rende orgogliosa di dare una mano ai giovani ad entrare nel mondo del lavoro, il secondo aspetto funge da ulteriore stimolo.

Quando mi dice che non mi toglierà il pane e marmellata a colazione la amo già follemente.

Mi dà un piano alimentare piuttosto completo, ad eccezione dei dolci e dei grassi animali, ma posso sopravvivere.
Quello su cui insiste di più è l’attività fisica, leggera, ma costante e aerobica. Tradotto: camminare.

Rivoluziono le mie abitudini: cammino spingendo il passeggino del mattiniero la domenica all’alba, lascio l’auto per scarpinate compatibili, giochiamo a chi porta più castagne di corsa da qua a là e poi da là a qua…

Al primo controllo mensile la bella dietista mi intervista, mi pesa e mi misura con l’impedenziometro, uno strumento che calcola la composizione del tuo corpo in termini di massa grassa, massa grassa, acqua.
L’impedenziometro dice che ho messo su dei muscoli e che ho perso 4 chili di grasso.
4 chili?!?!

Non riesco a togliere dalla mia mente l’immagine di me stessa vincolata ad un girarrosto come un maiale in porchetta e il girarrosto gira e il mio grasso cola

porchetta